Blog  22

L’inquinamento della Terra e il cambiamento climatico costituiscono un grave problema che riguarda l’intera popolazione mondiale.

Negli ultimi anni, grazie anche alla voce della svedese Greta Thunberg, questo argomento è stato affrontato in varie occasioni al fine di arrivare ad una presa di coscienza maggiore per fronteggiare e cercare di risolvere i problemi annessi.

Molte aziende, “sensibili” al problema, nel tempo si sono mosse producendo tecnologie in grado di porre rimedio ai vari tipi di inquinamento.

TECNOLOGIE PER CONTRASTARE L'INQUINAMENTO DELLE ACQUE

  1. WasteShark  

Wasteshark è uno squalo balena meccanico progettato in Olanda che può raccogliere fino a 500 kg di plastica al giorno; esso è dotato di un cestello retrattile per smaltire facilmente i rifiuti raccolti, è provvisto di telecamera operatore POV a bordo e fornisce dati in tempo reale sulla profondità e qualità dell’acqua.

Con il sostengno dell’UE, Ranmarine ha introdotto SharkPod che permette a questi droni di agire in contemporanea ed autonomamente riportando a riva ciò che hanno raccolto nelle acque.

Funzionamento autonomo:

  • Missione di pianificazione del waypoint
  • Prevenzione delle collisioni (LIDAR)
  • Capacità manuale

Le informazioni raccolte vengono successivamente analizzate da un team di esperti che si occuperanno di dichiarare la balneabilità e/o potabilità dell'acqua.

  1. Barriera galleggiante

Boyan Slat, fondatore e amministratore delegato dell’associazione non profit The Ocean cleanup, per ripulire l’oceano pacifico dal garbage patch (il più grande accumulo di rifiuti dell’oceano) ha ideato una barriera galleggiante che, sfruttando la forza stessa dell’oceano, permette di catturare i rifiuti presenti nelle acque.

In seguito alla raccolta avvenuta durante l’operazione del 2019, l’associazione ha lanciato una linea di occhiali da sole prodotti con il materiale raccolto. Parte dei ricavi derivanti dalla vendita serviranno per procedere con gli interventi di pulizia dell’oceano.

TECNOLOGIE PER RIPULIRE L'ARIA (INDOOR/OUTDOOR)

  1. Natede

Questo prodotto nasce grazie ad una startup italiana nota come Vitesy. Natede è un purificatore dell’aria, dal design moderno e accattivante che si presenta come un vaso “smart”.

Permette di monitorare e ripulire l’aria: tramite la fitodepurazione, le piante accumulano ed eliminano gli elementi inquinanti presenti nel suolo, nell’acqua o nell’aria.

Natede aumenta questo processo naturale per eliminare l'inquinamento dell'aria interna ed è dotato di un filtro cattura ed elimina COV, virus, odori e batteri.

 

Tramite l’app, esso mostra in tempo reale la qualità dell’aria presente in casa e può connettersi a Google Home e Amazon Alexa; inoltre, ha un sensore che consente di attivare e disattivare il dispositivo semplicemente avvicinando la mano.  All’interno del dispositivo è presente un LED che si illumina a seconda del livello della qualità dell'aria presente nell’ambiente.

È un prodotto sostenibile, realizzato con plastica riciclata e possiede un sistema di auto-irrigazione che riduce il consumo di acqua. Il serbatoio può fornire fino a 1 litro di acqua.

  1. WIVActive 

Wivactive è una tecnologia sviluppata da Viva Group che permette di purificare l’aria attraverso l’utilizzo della luce e di nanomateriali. È un sistema fotocatalitico a luce visibile: l’aria viene filtrata e ripulita da agenti dannosi, per poi essere reintrodotta “pura” nell’ambiente grazie ad una ventola. I prodotti esclusivamente Made in Italy sono progettati dal Tech Lab Wiva Group.

  1. SmartCleanAir

Smart Clean Air è un totem prodotto dalla collaborazione di ISCLEANAIR e Olivetti. È un sistema Made in Italy per il monitoraggio e l’abbattimento delle polveri sottili e gli agenti inquinanti in ambienti interni ed esterni. Grazie alla presenza di numerosi sensori, è in grado di misurare la qualità dell’aria e, se necessario, di aspirare aria inquinata e immettere “aria pulita”.

Gestisce da remoto i dispositivi per la purificazione dell’aria, che riproducono il ciclo naturale della pioggia. L’aria viene depurata in un raggio di 25 metri e il dispositivo consuma poca energia.

Il totem integra:

  • Wifi Hotspot
  • Touchscreen
  • Digital advertising
  • Comunicazioni in digitale

Articoli Recenti